Il 12 marzo (2016) lo street artist Blu cancella i suoi disegni dai muri di Bologna. Uno dei più conosciuti è sul muro dell'Xm24, nell'eliminarlo è aiutato dai ragazzi dello spazio.
È un forte gesto di protesta contro la mostra sulla street art "Street Art.Bansky&co" in cui sono presenti anche sue opere, staccate dai muri della città. La mostra, iniziativa di Genus Bononiae e in collaborazione con Fondazione Carisbo, avrebbe lo scopo di salvare le opere dal deperimento.
Per Blu è impensabile staccare i disegni dai muri e allontanarli dal loro contesto, soprattutto per rinchiuderli in una sede istituzionale e visibili solo a pagamento. Significa snaturarli e commercializzarli. Col guadagno di pochi.
«A Bologna non c'è più Blu e non ci sarà più finché i magnati magneranno. Per ringraziamenti o lamentele sapete a chi rivolgervi»

54_img0087.jpg
       
54_img0313.jpg
       
54_img0113.jpg
       
54_img0121.jpg
       
54_img0293.jpg
       
54_img0275.jpg
       
54_img0332.jpg
       
54_img0262.jpg
       
54_img0253.jpg
       
54_img0248.jpg
       
54_img0150.jpg
       
54_img0236.jpg
       
54_img0136.jpg
       
54_img0352.jpg
       
54_img0342.jpg
       
54_img0369.jpg